Roma-Icardi: non ci toglierete mai la voglia di sognare. Siamo romanisti

icardi roma

Giovedì 05 Giugno 2019, ore 23:00: la Roma su Icardi! Un’indiscrezione folle, troppo bella per essere vera, soprattutto in questo periodo avarissimo di gioie. Ciononostante, nel giro di pochi istanti, i romanisti sono letteralmente impazziti, come sempre. C’è chi non ci ha dormito sopra, chi si è lasciato subito andare ed ha esternato ancora una volta, per l’ennesima volta, tutto il suo entusiasmo represso da una valanga di delusioni e di gioie mancate di un soffio. Ma c’è anche chi è rimasto in silenzio o ha reagito male, troppo provato dagli eventi susseguitisi negli ultimi mesi.

Maurito Icardi, un sogno

In ogni caso, almeno per un attimo, nella mente di tutti, sia di chi non ci crede sia di chi vuole continuare a crederci nonostante tutto, si è materializzata l’immagine del bomber argentino all’aeroporto di Ciampino con la sciarpa giallorossa al collo e migliaia di tifosi festanti intorno, perché nulla è in grado di far volare la mente di un romanista come la Roma.

La reazione dei tifosi

Ieri sera, dicevamo, è stato tutto un attimo: nel giro di pochi minuti, uno, cinque, dieci siti hanno rilanciato l’indiscrezione. I tifosi giallorossi hanno cominciato a cercare nervosamente fonti, conferme o smentite, fregandosene della disillusione che regna in questo periodo. C’è voglia di sognare, deve esserci, perché questa è l’ingredente principale della pozione che rende Magica la Roma.

Il tam tam interiore

E allora via con il solito estenuante tam tam interiore, già vissuto recentemente con Antonio Conte, quella raffica di domande e risposte tra l’eterno bambino, quello della pubblicità Barilla, e l’adulto che ha vissuto mille delusioni. «Ma t’immagini se è vero?». «Macché, figurati se Icardi viene alla Roma». «Ma se fosse vero? Tutti a Ciampino! Daje!!!». «Scordatelo ti dico, noi i campioni li vendiamo, mica li prendiamo!».

Non togliamoci anche i sogni

Sì, magari è vero e stamattina torneremo di nuovo sulla Terra. Ma noi abbiamo bisogno di sognare, siamo romanisti. Se alla fine arriva Fonseca e non Sarri o Conte non fa niente, allo stadio ci andiamo ugualmente perché noi vogliamo bene alla nostra squadra. Ma nessuno si permetta di mortificare ciò che alimenta la nostra passione, ciò che ogni estate addolcisce le nostre notti, “notti di sogni, di coppe e di campioni”… Forza Roma!